news-blog-formazione-elearning-digital-learning

5 consigli per creare un contenuto e-learning efficace

Ogni corso e-learning progettato in modo sapiente ed efficace dovrebbe concludersi con un discente soddisfatto, con maggiori conoscenze e competenze acquisite, e consapevole degli obiettivi formativi raggiunti.

La tecnologia oggi mette a disposizione una vasta scelta di format da poter sfruttare per creare un corso online efficace. Ogni strumento digitale deve essere utilizzato e declinato per valorizzare il contenuto da trasmettere, con uno sguardo sempre rivolto all'esperienza di chi lo utilizzerà.

Oggi Sonia Madini, Instructional Designer di Different Web, ci dà 5 consigli utili per creare un contenuto e-learning di impatto e di valore per i discenti, sfruttando le potenzialità dei moduli formativi.

1. Raccogliere materiale formativo di qualità

digital-learning-come-fare

Il primo passo per progettare un contenuto formativo di qualità riguarda sicuramente il materiale di partenza, che deve essere ben strutturato e conforme agli obiettivi formativi. In questo modo è possibile strutturare il corso e i relativi argomenti in modo semplice ed organizzato.

Per questo motivo, è essenziale informare in modo esatto l'esperto del materiale di cui abbiamo bisogno e degli obiettivi del percorso di apprendimento.

In particolare è bene ricordare al nostro esperto di:

  • definire con precisione gli obiettivi formativi
  • strutturare la scaletta dei contenuti
  • inviare file testuali/slide definitivi conformi
  • prestare attenzione alla qualità audio/video di contenuti multimediali

2. Utilizzare il potenziale del Microlearning

microlearning-efficace

Se un modulo formativo sembra troppo lungoprobabilmente lo è!

Che si tratti di una formazione basata su video o su slide, la variabile tempo gioca un ruolo cruciale.

Spezzettare un contenuto corposo in più moduli brevi con un obiettivo formativo preciso può davvero aiutare chi ne fruirà a non perdere la motivazione durante lo studio.

Questo approccio sistematico si traduce nel format Microlearning che si fonda sulla parcellizzazione dei contenuti, sfruttando moduli formativi che esauriscono un argomento specifico in pochi minuti ciascuno.

3. Mai trascurare il look and feel

creare-contenuti-digital-learning-efficaci

Un contenuto e-learning con il giusto aspetto graficooltre a risultare piacevole da consultare, permette anche di aumentare l'attenzione e la concentrazione degli utenti.

Ad esempio, per i contenuti basati su slide, si consiglia di mantenere un aspetto pulito, scegliendo alcuni colori principali da sfruttare per i titoli e i concetti importanti. Il discente è in questo modo guidato nel suo percorso di fruizione grazie ad elementi grafici chiari e coerenti durante tutta l'esperienza di apprendimento.

4. Aggiungere elementi di interazione

interazioni-corso-come-fare

La maggior parte dei software per lo sviluppo di contenuti e-learning consente l'inserimento di elementi interattivi. Una conoscenza approfondita e una formazione specifica su questi tool di authoring può aiutare a sfruttare contenuti che si prestano particolarmente ad un'interazione da parte del discente con ciò che appare sullo schermo: pensiamo ad esempio a un'immagine con hotspot cliccabili con informazioni a supporto oppure ad un quiz drag&drop che permette di mettere in pratica le nozioni appena apprese.

Conoscere le interazioni a disposizione, partendo da template pre-configurati integrabili nel progetto, può fare la differenza nello sviluppo di un contenuto efficace e aumentare l'interesse e il coinvolgimento dei discenti.

5. Curare l'intera User Experience

corso-digital-learning

Durante la creazione e lo sviluppo del contenuto formativo è importante riflettere sul contesto di fruizione più generale in cui andrà inserito. Ad esempio, le piattaforme LMS (Learning Management System) sono software e-learning molto utili per comporre l'esperienza formativa del discente con molteplici funzionalità ed in modo molto flessibile, strutturando la User Experience secondo i propri obiettivi formativi.

Qualche esempio? Possiamo decidere i contenuti precedenti e successivi, implementare pre-test, quiz, questionari e inserire risorse aggiuntive, senza mai dimenticare la cura dell'architettura di navigazione che facilita la ricerca delle informazioni e pulsanti utili.

Fornire al discente il learning path più naturale per il suo contesto di apprendimento, potrà massimizzare l'efficacia formativa del nostro contenuto e offrire ai discenti un'esperienza di formazione interattiva e di qualità.

Dalla scelta del materiale formativo più adeguato, all'utilizzo di strumenti digitali specifici, fino alla cura degli aspetti grafici e dell'intero percorso del discente, creare un contenuto e-learning efficace significa tener conto non solo della selezione degli argomenti ma anche di aspetti più tecnici e legati alla fruizione della formazione.

Una volta creato il modulo formativo, il nostro lavoro non è ancora finito

Un altro importante consiglio riguarda infatti l'analisi dell'andamento del contenuto e-learning, grazie alle statistiche e metriche messe a disposizione dalla piattaforma LMS che ospita il corso.

Può essere molto utile, per esempio, analizzare l'andamento delle iscrizioni e raccogliere feedback dei discenti che hanno frequentato il corso. In questo modo è possibile rispondere con rapidità alle esigenze dei discenti e si può contribuire alla buona riuscita del nostro progetto formativo.

Hai trovato utile questo articolo per la tua attività formativa?

Per altri consigli e spunti sul mondo del Digital Learning e sulla normativa ECM, non perderti le nostre Different News su LinkedIn!