creare-corsi-online

Creare corsi online: come scegliere il format ideale per l’e-learning

Come creare corsi online valorizzando i materiali didattici a disposizione? Quale tipologia formativa scegliere per raggiungere al meglio l’obiettivo del nostro corso?

In questo articolo cerchiamo di rispondere a queste domande, percorrendo tutte le fasi della progettazione dei corsi e-learning e scoprendo le migliori pratiche per individuare il format e-learning ottimale. 

Tipologie formative e-learning: quali sono?

Quale forma possiamo dare ad un corso e-learning? Le opzioni sono davvero tante, di seguito elenchiamo quelle più diffuse e utilizzate nella formazione professionale: 

  • Corso con slide commentate, uno degli approcci di formazione più classici che integra testo, immagini e voice over.
  • Video corso, dove l’inserimento di video all’interno di una griglia didattica e altri elementi come quiz di autovalutazione, documenti scaricabili, arricchisce l'esperienza formativa e la rende multimediale 
  • Corso interattivo, grazie al quale è possibile coinvolgere gli studenti che compiono delle azioni durante la fruizione tramite ad esempio quiz, scenari e attività di drag&drop.
  • Corso virtuale, con l’utilizzo di visori oppure applicativi accessibili da PC. Qui la Realtà Virtuale e Aumentata vengono utilizzate per creare corsi online immersivi e coinvolgenti.

Definisci gli obiettivi formativi

Prima di selezionare il format del corso e-learning, individua gli obiettivi del corso e valuta se l'e-learning è la risposta appropriata.

Ricordiamoci che la formazione online è ideale quando i discenti hanno bisogno di flessibilità nella frequenza e se sanno muoversi nell’utilizzo di PC e tecnologie per la formazione.

Tuttavia potrebbe non essere la tipologia corretta se l’obiettivo formativo riguarda anche l’applicazione pratica e sul campo delle competenze apprese.

In questo caso, potrebbe essere una buona soluzione organizzare una formazione blended o mista, prevedendo una prima parte di apprendimento online e una seconda parte in presenza per l’applicazione pratica delle conoscenze apprese. 

Individua il target del corso e-learning

Secondo aspetto da identificare per creare il corso online riguarda l’individuazione del target a cui è rivolto.

In questa fase, capiamo le caratteristiche dei discenti, come percepiscono la formazione, quanto tempo dedicano mediamente allo studio, e cosa si aspettano dal corso. Per aiutarti puoi porti queste domande: 

  • Hanno già esperienze con corsi online da frequentare in autonomia? 
  • Quale tipologia formativa hanno già frequentato e com’è andata? 
  • Quanto tempo mediamente dedicano alla formazione? 
  • Quanto devono essere guidati nell’utilizzo della tecnologia?

Analizza il materiale didattico a disposizione

Per ottimizzare tempo e risorse, è importante valutare la tipologia di materiale formativo di cui già disponiamo e creare un corso online con un format in grado di valorizzarlo. Di seguito qualche esempio: 

  • Slide e presentazione power point: è il materiale più diffuso e utilizzato nei corsi online e solitamente viene sincronizzato con un voiceover. Prima di procedere con la creazione del corso, chiediamoci se è adatto alla fruizione online. Se le slide sono state create per dei corsi in presenza: meglio riadattarle al contesto e-learning. Un’ottima strategia per creare un corso con slide accattivante potrebbe essere quella di aggiungere animazioni, senza esagerare! 
  • Video: il video formativo è un buon materiale di partenza. Anche qui, chiediamoci se il contenuto è stato pensato per l’e-learning e se è coerente con il resto dei contenuti con cui possiamo affiancarlo come testi per approfondire e immagini. 
  • Contenuto testuale: in questo caso potremmo per esempio partire da procedure scritte, manuali o altro contenuto scritto. Questo materiale spesso deve essere rielaborato per renderlo più facile da comprendere e va affiancato a contenuti grafici. In alternativa, questi testi potrebbero essere lo script di partenza per realizzare un video corso oppure un modulo formativo interattivo. 

Pubblicazione e delivery del corso online

Prima di scegliere il format, è necessario fare mente locale sulle modalità in cui il corso online verrà distribuito. Ad esempio, chiediamoci: 

  • il corso sarà erogato tramite una piattaforma di formazione? 
  • per quanto deve essere disponibile online? 
  • ogni quanto tempo dovranno essere aggiornati i contenuti didattici? 
  • è previsto un test finale o un quiz di autovalutazione? 

In generale, quando si parla di corsi e-learning, si consiglia sempre la creazione di un corso in formato SCORM o xAPI per garantire la compatibilità con gli LMS più diffusi, come LMS Hippocrates, e per restituire dati di tracciamento della fruizione, richiesti nel caso di formazione obbligatoria ma importanti nell’analisi della learning experience dei discenti. 

Decidere chi si occupa della creazione del corso online

A questo punto siamo pronti per valorizzare il materiale didattico di partenza e siamo pronti per individuare la tipologia formativa ideale.

Per creare corsi online possiamo affidarci internamente al reparto di progettazione. In questo caso, la scelta del format del corso dipende anche dai software a disposizione e dalle competenze del team.

In alternativa possiamo esternalizzare la creazione del corso online e rivolgendosi a professionisti esterni. 

Decidere chi si occupa della creazione del corso online

In conclusione, creare corsi online efficaci richiede una pianificazione attenta e una comprensione approfondita degli obiettivi formativi e delle esigenze del pubblico.

La scelta della tipologia formativa ideale non può avvenire in modo superficiale ma deve valutare molteplici aspetti, tra cui anche la competenza dell’eventuale team di instructional designer interno e la disponibilità di software e authoring tool. 

Progetta il tuo prossimo corso con noi